Latest news

Si della Corte di Giustizia Europea alla falcidiabilità dell'I.V.A. nella procedura di concordato preventivo

Si della Corte di Giustizia Europea alla falcidiabilità dell'I.V.A. nella procedura di concordato preventivo

| 23-07-2016

L’art. 4, par. 3, TUE, nonché gli artt. 2, 250, par. 1, e 273 della Direttiva 2006/112/CE, non ostano a una normativa nazionale, come quella di cui al procedimento principale, interpretata nel senso che un imprenditore in stato di insolvenza può presentare a un giudice una domanda di apertura di una procedura di concordato preventivo, al fine di saldare i propri debiti mediante la liquidazione del suo patrimonio, con la quale proponga di pagare solo parzialmente un debito dell’IVA, attestando, sulla base dell’accertamento di un esperto indipendente, che tale debito non riceverebbe un trattamento migliore nel caso di proprio fallimento.

Procedura di concordato preventivo - applicabilità della sospensione feriale dei termini

Procedura di concordato preventivo - applicabilità della sospensione feriale dei termini

| 21-07-2016

Nota sull'applicabilità dell'’art. 1 della Legge del 7 ottobre 1969 n. 742 ai termini inerenti alla procedura di concordato preventivo, pubblicata su www.ilfallimentarista.it il 22.07.2016

Concordato preventivo in continuità aziendale - obblighi informativi - concordato "misto" - percentuale di soddisfacimento minima per i creditori chirografari

Concordato preventivo in continuità aziendale - obblighi informativi - concordato "misto" - percentuale di soddisfacimento minima per i creditori chirografari

| 04-05-2016

violazione degli obblighi informativi ex art. 161 l.f. (rilevanza) – fattibilità giuridica ed economica – concordato misto – concordato in continuità diretta ed indiretta (art. 160 u.c. l.f.) – concreta realizzabilità – natura del piano di soluzione della crisi

Vincenzo Sica Dottore Commercialista

Vincenzo Sica

Vincenzo Sica è nato a Torre Annunziata il 7 luglio 1961 e da sempre vive nella Città natale.
Dottore commercialista e revisore legale è iscritto all'Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Torre Annunziata al numero 61 con anzianità dal 14.7.1982.
Ha conseguito il Master Universitario di I livello in: "Auditing e Controllo interno" - Orientamento Enti Locali e Aziende Pubbliche - presso l'Università di Pisa.
E' sposato con Rosangela Gilbo, titolare di uno storico shop a Torre Annunziata, di calzature e abbigliamento.
E' stato Docente al Master Universitario di I livello in "Auditing e controllo interno", organizzato dall'Università LUM Jean Monnet di Bari, nonché al corso di perfezionamento in materia di Pubblica Amministrazione, organizzato dall'Università LUM Jean Monnet di Bari.
E' stato cultore di "Economia Aziendale" presso la Facoltà di Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Napoli "Parthenope". Corso di Laurea in Scienze dell'Amministrazione Pubblica (fino al 31.12.2008).
E' Iscritto all' Albo dei Consulenti Tecnici d'ufficio civili, del Tribunale di Torre Annunziata, al N. 204 ed All'Albo dei Consulenti Penali al n. 270.
Amministratore Giudiziario iscritto all'Albo tenuto dal Ministero della Giustizia.
Iscritto nell' elenco dei curatori fallimentari e commissari giudiziali, del Tribunale di Torre Annunziata.
E' iscritto nella banca dati dei Professionisti tenuta dal Ministero dello Sviluppo Economico, per le nomine di Commissari Liquidatori.
E' risultato idoneo per la nomina di Direttore Generale delle Aziende Sanitarie Locali e delle Aziende Ospedaliere della Regione Campania.
Direttore Generale (city manager) della Città di Torre Annunziata dal 1.9.2000 al 2.7.2007.
Ha ricoperto diversi incarichi dirigenziali ed ha coordinato servizi intersettoriali, nell'ambito dello stesso Comune di Torre Annunziata.
Ha ricoperto l'incarico di amministratore delegato della società "OPLONTI MULTISERVIZI SpA", partecipata al 51% dal Comune di Torre Annunziata, dal 18.1.2010 al 7.11.2011, per designazione del socio privato.